eLearning

Come progettare corsi e-learning che funzionano

Progettare corsi e-learning che funzionino è importante e molte sono le soluzioni disponibili, che possono aiutarti a sviluppare un piano dei contenuti efficace.

Quando crei un corso e-learning ci sono alcuni punti essenziali che è necessario tenere ben presenti e che saranno la mappa da cui partire.

 

  1. Gli studenti

Per progettare corsi e-learning e contenuti che siano davvero efficaci è necessario avere chiaro il destinatario, chi seguirà il tuo corso. Sembra un’affermazione banale, ma sapere chi è il tuo studente e cosa cerca e perché cerca un corso e-learning è essenziale.

Sia che tu stia progettando un corso interno per la tua azienda o che tu offra corsi e-learning nel tuo campo di specializzazione ad utenti esterni, conoscere motivazione, aspettative, abilità preesistenti, background dei tuoi potenziali studenti e le competenze/conoscenze che vogliono acquisire, o sapere se hanno familiarità con un Learning Management System (LMS) è fondamentale.

 

  1. Lavorare sulla conoscenza

Una volta costruito il tuo “avatar studente”, ovvero messo insieme le informazioni sul tuo studente ideale per il corso che intendi progettare, è necessario lavorare su quello che il tuo studente vuole imparare. Dovrai quindi stabilire gli obiettivi di apprendimento, che dovranno essere graduali, misurabili e commisurati alla preparazione preesistente.

Progettare corsi e-learning efficaci significa anche che nella costruzione del singolo corso si dovranno approntare dei moduli che introducano gradualmente lo studente all’argomento trattato, andando a sviluppare le conoscenze e competenze che ci si aspetta. I corsi e-learning devono essere facili da seguire e, come in un gioco di mattoncini da costruzione, occorre mettere un pezzo sull’altro per costruire le basi su cui poggeranno i moduli successivi. È anche utile fornire riferimenti esterni, ma senza esagerare per non creare un carico didattico eccessivo che possa scoraggiare gli studenti. 

 

  1. Modalità di erogazione del corso

Testo, immagini, video: è importante che tu abbia chiaro quali strumenti utilizzare nel tuo corso e-learning, anche in base a ciò che sai sul tuo “studente avatar”. Esistono infatti diverse modalità di apprendimento, che giocano sui diversi stimoli a cui ogni persona viene sottoposta. Anche il livello di interattività dei moduli proposti influisce sul successo o il fallimento di un corso e-learning.

Infografiche, video brevi, grafici sono tutti strumenti che permettono di presentare informazioni e concetti in maniera sintetica ma attraente, per tenere vivo l’interesse e l’attenzione dello studente. Inoltre, l’inserimento di verifiche o quiz alla fine di ogni modulo consente allo studente ed anche a te di avere un feedback sui progressi fatti e sostenere la motivazione per continuare il corso. Solitamente questo è un elemento che qualifica positivamente il progettare corsi e-learning di valore.

 

  1. Competenze acquisite

Oltre alla certificazione finale, per la quale i quiz proposti in itinere possono anche non essere presi in considerazione, è importante andare ad indagare le competenze effettivamente acquisite alla fine del corso. Ciò ti permetterà di capire cosa ha funzionato e cosa invece no e misurare l’efficacia del tuo corso.

In base ai risultati ottenuti, dovrai anche essere in grado di elaborare un questionario da sottoporre agli studenti al fine di ottenere un feedback. È sempre utile infatti capire cosa gli studenti hanno trovato adatto o non adatto, così da poter progettare soluzioni di e-learning sempre più efficaci.

 

  1. A chi affidarsi per progettare corsi e-learning

Una volta stabilito il contenuto, i destinatari e come intendi presentare il tuo corso e-learning, dovrai scegliere a chi affidarne la progettazione. Il consiglio è quello di scegliere diversi soggetti per i diversi aspetti da sviluppare. In questo modo ci sarà chi si occuperà di elaborare le informazioni necessarie, chi di misurare i risultati e il feedback da parte degli studenti, e le stesse persone fungeranno da punto di riferimento in merito a domande o problematiche che dovessero emergere relative ad ogni singolo aspetto. 

 

  1. Gestione del progetto e-learning

Per sviluppare il tuo progetto e-learning è necessario utilizzare adeguati strumenti di gestione. Pianificazione delle attività, distribuzione degli incarichi, identificazione del responsabile dello sviluppo, misurazione dei risultati: il tuo strumento di gestione del progetto ti aiuterà a tenere traccia di tutto e anche a pianificare le attività di marketing necessarie al lancio del tuo corso. Perché gli studenti scelgano il tuo corso e-learning, soprattutto nel caso di corsi aperti a destinatari esterni alla tua organizzazione, è essenziale pianificare nel dettaglio gli obiettivi da raggiungere e le idee da sviluppare. Dovrai poi lavorare su come proporli ai tuoi potenziali destinatari e raccogliere reazioni e segnali di interesse per poterli tradurre in azioni concrete per la pubblicizzazione del tuo corso.

Spero che questi consigli sul come progettare corsi e-learning davvero efficaci ti siano utili. Come sempre, attendo qui sotto i tuoi commenti. Se ti serve una consulenza o un partner per la progettazione e sviluppo di contenuti e-learning, contattami pure!

Image credit: by Freepik 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.