eLearning

Se collaboro, sono un tuo partner (non un estraneo)

La settima strategia, che afferisce al complesso delle dieci strategie elearning vincenti, è una diretta conseguenza degli accordi contrattuali sottoscritti in modo responsabile e trasparente e della natura del rapporto di collaborazione intercorrente fra Instructional Designer e azienda.

Finora si è detto dei rapporti diretti fra consulente esterno e organizzazione formatrice, ma un terzo interlocutore, peraltro il più importante per il successo dell’azione formativa, rimane spesso estraneo ed escluso dall’intero progetto e dal successivo processo di costruzione dei contenuti didattici. Sto parlando del destinatario della formazione online, ossia gli allievi! Sembra assurdo, ma uno degli errori più comuni nella progettazione elearning è proprio ricavare induttivamente il fabbisogno formativo degli allievi, senza… interrogarli! Sarebbe sufficiente chiedere loro quali aspetti della tematica risultano ostici, quale problema specifico vorrebbero che si affrontasse (e che riguarda la quotidanità della loro mansione in azienda, ad esempio), quali difficoltà vorrebbero superare a seguito della formazione aziendale. In pratica, gli obiettivi fissati dal committente dovrebbero, per la maggior parte, sovrapporsi agli obiettivi di formazione degli effettivi destinatari del corso… altrimenti il corso online sarà destinato al management aziendale e non agli effettivi destinatari! Ancor di più risulta essenziale tale accoprgimento per la costruzione di percorsi formativi destinati alla vendita e/o alla fruizione presso altri soggetti esterni all’organizzazione che li produce: è fondamentale capire la domanda di formazione reale del cliente, senza fermarsi ai meri aspetti elencativi o di massima del percorso. La differenza nella qualità di un prodotto di formazione la fanno l’approccio didattico e le tematiche specifiche approfndite. Altrimenti tutti i corsi sarebbero uguali, come in  batteria…

Il triangolo esistente fra Instructional Designer, committente e utente (inteso questo come effettivo fruitore del percorso) deve quindi produrre un progetto condiviso, la cui negoziazione è proprio nelle mani dell’Instructional Designer, qui nelle funzioni di Project Leader, il quale deve saper bilanciare gli interessi in gioco ed in particolare saper rappresentare alla committenza le specifiche esigenze formative dell’utenza (interna o esterna all’organizzazione), al fine di produrre un corso elearning di qualità e realmente efficace. Perchè tutto ciò accada, l’azienda cliente deve capire che è essenziale aprirsi al cliente finale, al fruitore effettivo del corso, e possibilmente includerlo (per quanto possibile) già all’interno delle prime fasi di progettazione: ciò costituirebbe una reale garanzia di efficacia del prodotto finale.

Per saperne di più: www.formediaconsulting.it

Ed eccoci dunque alla settima fondamentale strategia, che afferisce al complesso delle dieci strategie elearning vincenti: chiedi di poter interloquire, per conto dell’azienda, o su espresso mandato della stessa, anche in presenza di altri rappresentanti aziendali, coi destinatari effettivi della formazione, al fine di coordinare il progetto con le effettive esigenze richieste dall’utenza finale. Questo suggerimento è di fondamentale importanza anche quando, ad esempio, il tuo cliente ha risposto ad un bando per la formazione che richiede specifici requisiti e modalità di esecuzione stabiliti dall’utente finale (cioè l’ente che ha emanato il bando). Interloquire con l’utente finale può essere una strategia elearning vincente in grado di attivare un’utile fonte di informazione per procedere bene nel tuo lavoro ed evitare di rifare tutto d’accapo, perché l’utente finale, quando il prodotto è pronto, potrebbe non approvarlo… Ricordi? Abbiamo già parlato della singolare posizione dell’Instructional Designer che si colloca tra committenza ed utenza. Cerca di condividere le informazioni acquisite dall’utenza finale con il management o almeno con il referente della tua azienda cliente per motivare il lavoro che di lì a poco si dovrà effettuare.

Image credit: Designed by Freepik

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.