Guarda una demo di Rapid eLearning realizzata con iSpring Suite

Ogni eLearning Specialist lo ha sentito più volte dai suoi clienti: “Posso vedere una demo eLearning delle tue produzioni?”

Molti clienti mi chiedono di visionare un portfolio dei miei lavori realizzati in precedenza (e li capisco bene!): ma, per ragioni legate al copyright e alla riservatezza oggetto di accordi contrattuali con clienti e partner, non posso qui includere degli oggetti didattici realizzati per terzi.

In questa pagina ti illustrerò in breve alcune funzionalità del Rapid eLearning realizzato con iSpring Suite e impiegabile in vari contesti possibili. Tutte le immagini che sono qui disponibili sono relative ad uno stesso learning object che può essere confezionato ovviamente anche in formato SCORM e perciò essere compatibile con qualsiasi piattaforma eLearning. Per avere il file in formato SCORM, e fare una prova, puoi contattarmi.

Per guidarti nel ventaglio delle moltissime soluzioni che é possibile implementare all’interno di un corso online ho creato una demo speciale che ho chiamato “demo funzionale“, nel senso che i contenuti in essa presenti non sono importanti, ma hanno lo scopo funzionale di illustrarti le varie possibilità di impiego dei video, delle animazioni, dei quiz, delle interazioni e delle simulazioni di dialogo. Un intero mondo al servizio della formazione online efficace e coinvolgente!

Ti consiglio di leggere questa pagina…ma se proprio non riesci ad aspettare, beh…


Un breve tour delle funzionalità di Rapid eLearning per la tua azienda

 homedemo1

E’ possibile inserire all’interno del learning object ogni genere di elemento multimediale: qui il video ha la funzione di presentare il corso, é la sua “copertina”, mentre sulla destra vedi i successivi argomenti che verranno trattati con relativa anteprima (thumbnails).

Se la navigazione é libera (free), puoi decidere di saltare in qualunque passo della narrazione semplicemente cliccando sull’anteprima o argomento desiderato. Se invece la navigazione é bloccata, perchè devi seguire il corso in modo lineare, allora non sarà possibile cliccare sugli argomenti e sarà visualizzato un lucchetto al posto del cursore del mouse (locked).

 

demo1-slide-video

In una successiva schermata é possibile inserire, ad esempio, sulla sinistra delle slide animate e sulla destra in alto un logo della tua organizzazione e un video sincronizzato cone le animazioni visualizzate a sinistra. In più tramite la barra inferiore, dove trovi in pulsanti in blu, potrai addiritutta “scambiare” le due visualizzazioni, trasferendo le slide in alto a destra e il video in grande sulla sinistra.

Puoi modificare il volume audio del corso, ricaricare la schermata per riascoltarla nuovamente, passare alla schermata successiva o andare a quella precedente (se la navigazione te lo consente. Nell’esempio in figura: é ammesso il passaggio alla successiva slide, ma non il passaggio a quella precedente. Lo noti dalla diversa tonalità di colore dei due pulsanti “precedente” e “successivo”).

Le combinazioni sono infinite. E’ possibile personalizzare il player con i colori del tuo brand, cambiare la lingua dell’interfaccia, qualora il tuo prodotto debba essere fruito all’estero.

E’ possibile decidere la navigabilità di ogni singola schermata, caso per caso.  

 


Le interazioni

Tutti gli eLearning Specialist concordano sul ruolo delle interazioni per elevare il livello di motivazione degli allievi e favorire un più lento calo dell’attenzione.

L’eLearning é davvero poca cosa se non é arricchito sapientemente da elementi che consentano di interagire con i contenuti presentati: in questo modo l’allievo online si sente coinvolto e il suo livello di attenzione rimane elevato più a lungo.

E’ inoltre possibile stimolarlo in diversi modi, attraverso dei modi accattivanti di presentare le informazioni e lasciando che sia lui a decidere di esplorare la mappa dei contenuti. Tutto ciò favorisce la memorizzazione e quindi la resa finale in termini di apprendimento.

iSpring Suite consente moltissime combinazioni e opportunità per costruire interazioni gradevoli ed efficaci, che possono essere selezionate sulla base delle caratteristiche possedute dal contenuto da presentare.

Per una carrellata completa ti rimando alla demo funzionale.

Qui sottopuoi vedere ad esempio come illustrare un percorso ciclico in ognuna delle sue fasi, lasciando decidere all’allievo online su quale fase cliccare e, in funzione di tale scelta, sullo schermo possono apparire una varietà di contenuti: testuali, audio e video.

demo1-interaction1

Quest’altra interazione invece é basata sulla scelta da parte dell’utente di quale parte dell’imamgine capire di più: nell’esempio sono illustrati vari tipi di dispositivi di protezione individuale. Scegliendo di volta in volta i vari elementi dell’immagine, contraddistinti dai cerchi con dentro il segno “+”, l’utente visualizza a lato le informazioni relative, le quali possono essere arricchite da testi, audio e video. 

Ovviamente le combinazioni sono davvero infinite.


I dialoghi simulati

Un buon eLearning Specialist (o Instructional Designer che si chiami tale) é consapevole della grande potenza della simulazione come strumento di apprendimento. In tal senso,  un’opportunità formativa utilissima é costituita dai cosiddetti “dialoghi simulati” in cui l’allievo é collocato idealmente in una situazione-tipo della realtà e deve confrontarsi con un interlocutore ideale, le cui risposte e i cui “umori” varieranno sulla base della qualità delle risposte che l’allievo gli fornirà.

Ciò oltre che introdurre una simpatica componente ludica che aumenta il livello dell’attenzione, rende più consapevole l’allievo delle sue abilità comunicative e delle sue competenze in una situazione concreta e impara a gestire ciò che ha imparato direttamente in un contesto, seppur simulato, ma molto vicino a ciò che dovrà effettivamente fare alla fine del corso.

E’ uno strumento potente utilizzabile in tutte quelle situazioni in cui l’allievo online deve poi confrontarsi con la clientela (call center, sportellista, commesso, consulente etc…)

demo1-simulazionedialogo

Le combinazioni di dialogo sono infinite: é possibile prevedere più opzioni di risposta e, a ciascuna risposta, far corrispondere uno scenario differente di reazione dell’interlocutore. Come puoi osservare dalla figura qui sotto, i dialoghi possono essere costruiti in modo dettagliato in infinite combinazioni, anche cambiando interlocutori (vi é una vasta galleria di personaggi in differenti pose che esprimono un differente stato d’animo) e contesti (puoi scegliere fra un vasto assortimento di immagini di ambienti).

dialog-simulator

Puoi applicare una logica condizionale alle risposte del tuo allievo e metterlo alla prova continuamente, fino a quando non raggiunge il risultato atteso: tutto ciò facendolo partecipe di una attività didattica simile alla realtà, nel rispetto dei principi dell’apprendimento autentico (authentic learning).

 


 I quiz per la verifica dell’apprendimento

Gli eLearning Specialist sanno quanto siano importanti i questionari, specie se assieme al loro valore di validazione dell’apprendimento, si aggiunge la possibilità del gioco, del coinvolgimento emotivo dell’allievo.

I test di verifica dell’apprendimento sono il cuore pulsante di ogni intervento didattico (o quasi), ma solitamente sono somministrati in modo triste, graficamente banale. Con iSpring Quizmaker, parte della iSpring Suite si possono fare miracoli: puoi dire addio alla tristezza e alla monotonia delle sessioni di valutazione.

 

demo1-quizq1

domanda a scelta multipla

 

Il test può essere arricchito da un sottofondo musicale, da elementi audio, video, testi, immagini e animazioni in ogni sua domanda. Puoi fissare un tempo limite di risposta per l’intero test o solo per specifiche domande. Puoi decidere se ammettere uno o più tentativi e se accettare risposte parzialmente corrette.

demo1-quizq2

domanda a risposta multipla

 

Puoi persino decidere come si comporterà il test, per ogni singola domanda, a seconda di come risponde l’allievo: potresti “spedirlo” a rispondere ad un altro sottoinsieme di domande o farlo tornare indietro a visionare la lezione.  Ovviamente puoi attribuire punteggi (positivi o negativi) alle singole domande e anche ai singoli “comportamenti” che l’allievo compiere nei vari tentativi di rispondere. Alla fine del test puoi personalizzare le slide dei risultati sulla base del passing score che tu avrai eventualmente stabilito e che il sistema calcola automaticamente.

E inoltre puoi decidere di trasmettere l’esito, oltre che all’interno della tua piattaforma eLearning, anche per email al docente, per esempio. Qui sopra puoi vedere come appare la seppur banale “domanda a scelta multipla”, se arricchita con elementi multimediali e con la possibilità di fornire un feedback immediato.

demo1-quizq3

domanda di tipo “drag the words”

 

iSpring Suite consente la costruzione di domande molto più coinvolgenti per l’allievo online, in grado di divertirlo mentre si mette alla prova.

Ecco alcuni esempi: il trascinamento di parole-chiave all’interno di un testo predefinito (drag the words). Questo tipo di domanda favorisce nell’allievo la capacità di comprendere bene i concetti relativamente al contesto di riferimento, perchè é chiamato a “scegliere” all’interno di un complesso di parole non tutte corrette e individuare dove esattamente collocare quelle che ritiene corrette all’interno del testo proposto.

Un altro esempio davvero divertente: la domanda di tipo “hotspot”.

demo1-quizq4

domanda di tipo hotspot

 

E’ un tipo di domanda totalmente in formato grafico (ovviamente anche qui puoi inserire elementi multimediali audio/video): l’allievo online é chiamato a “trascinare” degli oggetti da una parte dello schermo all’altra sulla base della richiesta effettuata, selezionando solo quelli corretti. Nella figura l’allievo deve fare “indossare” al lavoratore sulla destra solo i dispositivi di protezione individuale corretti. Quindi l’ombrello é escluso!Ma lo saprà solo alla fine, se avrà risposto correttamente.

 Le tipologie di domanda non finiscono qui. Sono molte e le loro combinazioni praticamente infinite!


E adesso, se vuoi, puoi visionare una demo funzionale. 

Che cos é una demo funzionale?

E una demo con poco contenuto, ma ricca della maggior parte delle funzionalità implementabili allinterno di un learning object, in modo che tu possa capire e scegliere quelle che sono più indicate per i tuoi scopi. 


Scegli iSpring Suite 9.7

il software in Italiano per costruire i tuoi corsi online professionali!


Contattami se vuoi entrare nel mondo iSpring


iSpring Suite é l’authoring tool usato dagli eLearning Specialist e dagli Instructional Designer di tutto il mondo.

Puoi creare learning object SCORM per il tuo eLearning e caricare i tuoi corsi sulla piattaforma FAD (iSpring ti offre anche le piattaforme iSpring Learn e Flora per le tue esigenze di erogazione corsi). Con iSpring Suite 9.7 puoi:

  • creare corsi online;
  • creare questionari interattivi, con varie tipologie di domanda (risposta multipla, scelta multipla, matching, sequenza, drag the words, fill the blanks, hotspot e molti altri…);
  • creare interazioni eleganti ed efficaci
  • creare delle simulazioni di dialogo per facilitare i tuoi allievi nel fronteggiare situazioni reali sul lavoro;
  • utilizzare vari elementi multimediali (immagini, video, audio, pdf, documenti, oggetti web).

Per un’esperienza completa ed efficace di apprendimento, iSpring Suite 9.7 é la scelta perfetta!

Sono iSpring Ambassador e Reseller Ufficiale per l’Italia.


Contattami se vuoi entrare nel mondo iSpring.


Vuoi imparare ad usare iSpring Suite 9.7 e produrre i tuoi corsi SCORM da solo in modo professionale?

Iscriviti al Master eLearning Specialist e diventa un professionista dell’eLearning!

master elearning specialist

Realizzo corsi in-house presso le aziende e workshop dedicati alle tecniche di progettazione e sviluppo dei corsi eLearning. Inoltre ho creato il Master online “eLearning Specialist” per chi desidera formarsi da casa o dall’ufficio, acquisendo tutto il know-how necessario per progettare e sviluppare corsi eLearning di qualità professionale.