eLearning

Analisi degli studenti e impatto sulla formazione

Conoscere i propri studenti è il primo passo per progettare una formazione efficace. Ecco perché al centro della tua strategia deve esserci l’analisi degli studenti, cioè la conoscenza degli obiettivi e delle motivazioni che muovono chi decide di formarsi e quindi dell’impatto sulla formazione.

Qualunque professionista che si occupa di formazione online, formatore aziendale o responsabile delle risorse umane deve concentrarsi in primo luogo sullo sviluppo del capitale umano della propria organizzazione. Solo così si potrà raggiungere un livello di profitti che consenta all’organizzazione di eccellere.

 

Ma come si può sviluppare il capitale umano?

Sviluppare il capitale umano è il compito principale di chi si occupa di risorse umane e formazione all’interno di un’organizzazione. Tuttavia per farlo, è necessario comprendere bene i bisogni formativi degli studenti, i modelli di comportamento e quale approccio formativo è più adatto. Tutto questo si definisce analisi degli studenti, la cosiddetta Learner Analysis.

 

L’analisi degli studenti, la conoscenza dell’impatto sulla formazione e gli studi comportamentali hanno dato un grande contributo allo sviluppo di un nuovo approccio alla formazione, più scientifico. In quanto professionista della formazione e sviluppo, è infatti necessario comprendere bene come rendere la formazione il più efficace possibile, quindi come adattarla a quelle che sono le esigenze e le abitudini d’apprendimento degli studenti.

 

All’interno della tua organizzazione potrai raccogliere i dati necessari per procedere ad un approccio scientifico e riuscire a sviluppare il capitale umano.

Come? Ad esempio, sapere in quale orario i tuoi dipendenti accedono più frequentemente alla piattaforma FAD (LMS) per la formazione online (mattina, pomeriggio, mai!) ti aiuterà a sviluppare un’organizzazione temporale dei contenuti più adatta. Si tratta di analizzare in maniera scientifica il comportamento di chi accede ai canali di formazione, con dati reali e affidabili, per ottenere il massimo rendimento dalla formazione.

La buona notizia è che per raccogliere questa mole di dati e variabili, che a prima vista possono spaventare, vengono in aiuto dei professionisti della formazione e dello sviluppo numerosi strumenti dell’e-learning. In questo modo il team che si occupa di formazione e sviluppo può concentrarsi sulla progettazione di corsi di formazione efficaci, senza doversi preoccupare della raccolta dei dati necessari alla progettazione.

Esistono piattaforme per l’apprendimento (LMS) che utilizzano la tecnologia xAPI o sistemi di tutoraggio online che consentono di tenere traccia e raccogliere questi dati a beneficio del team di formazione e sviluppo.

 

Per saperne di più: www.formediaconsulting.it 

 

Quali sono le informazioni essenziali da considerare?

Che si usi o meno una piattaforma elearning (LMS) per l’apprendimento evoluta o una più semplice, le informazioni che è necessario che tu raccolga per la tua analisi degli studenti riguardano soprattutto il comportamento in merito alla formazione, che può essere influenzato da motivazioni personali ed esterne. Sono informazioni molto semplici e facili da raccogliere nella maggior parte dei casi:  

  • Sapere quali studenti risultano più proattivi
  • Cosa i tuoi studenti sono più interessati ad imparare
  • Perché sono interessati ad imparare
  • I punti di forza e debolezza
  • Il tasso di completamento dei corsi e di quali corsi
  • Quali difficoltà affrontano e in quale punto del percorso
  • Chi svolge meglio un compito assegnato

   

Perché sono necessarie queste informazioni? Per potere automatizzare il processo di progettazione della formazione elearning e quindi trovare il modo di coinvolgere gli studenti in maniera sempre più efficace. Non si tratta più di creare corsi generalizzati, ma mirati sulla base di dati scientifici e che lavorano sulla motivazione degli studenti.

 

Capita spesso però che proprio chi si occupa di formazione e sviluppo delle risorse umane prenda sottogamba l’analisi degli studenti e l’impatto sulla formazione. Creare dei corsi online non può che rappresentare un investimento per il miglioramento delle risorse umane e se tale investimento non viene fatto in maniera adeguata rischia di non portare i frutti sperati.

La formazione aziendale in elearning non può rimanere fine a sé stessa ma deve tenere in considerazione un bene più prezioso, le abilità e la motivazione dei dipendenti che possono essere messe a disposizione dell’azienda e contribuire di conseguenza ai profitti. È quello che viene definito marketing interno, ovvero la necessità di conoscere bene esigenze e aspettative di chi lavora all’interno di un’organizzazione così come si conosce i propri clienti. 

 

Il compito di chi si occupa di formazione e sviluppo non è secondario a quello di qualunque altro reparto dell’organizzazione, anzi si potrebbe dire che è uno degli obiettivi fondamentali su cui lavorare: solamente investire e sviluppare il capitale umano può consentire ad un’organizzazione di non soccombere in un mondo del lavoro e un mercato che cambiano rapidamente.

 

Spero che questi consigli sul come progettare corsi e-learning davvero efficaci ti siano utili. Come sempre, attendo qui sotto i tuoi commenti. Se ti serve una consulenza o un partner per la progettazione e sviluppo di contenuti e-learning, contattami pure! Oppure, puoi rispondere al breve sondaggio qui sotto.

Image credit: by Freepik

(function() { var qs,js,q,s,d=document, gi=d.getElementById, ce=d.createElement, gt=d.getElementsByTagName, id=”typef_orm”, b=”https://embed.typeform.com/”; if(!gi.call(d,id)) { js=ce.call(d,”script”); js.id=id; js.src=b+”embed.js”; q=gt.call(d,”script”)[0]; q.parentNode.insertBefore(js,q) } })()

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.