eLearning

Come essere un bravo eLearning Specialist freelance

Strategie e tecniche per migliorare le performance in autonomia e incrementare la produttività, valide per essere un bravo eLearning Specialist freelance.

Essere un freelance rappresenta una condizione professionale particolare, caratterizzata da specifici rischi, difficoltà, opportunità, vantaggi e svantaggi. Essere consapevoli di ciò è importante per svolgere al meglio il proprio lavoro sia intrmini qualitativi che di resa economica.

Le criticità del freelancing sono diverse e implicano tutte una sfida continua, nella quotidianità, motivo principale per cui in molti rinunciano o addirittura evitando la precaria condizione del freelance, “accontentandosi” di un posto fisso, ma pagato meno.

Una cosa è certa: essere una “partita iva” in Italia ha senso se riesci a guadagnare mediamente di più di un lavoratore dipendente che svolga più o meno le tue stesse attività o se hai dei vantaggi indiretti connessi al lavoro autonomo, altrimenti avere più responsabilità per acquisire un reddito inferiore alla media, diventa un’operazione senza senso. Ciò vale ovviamente anche nel mercato dell’e-learning.

Freelance eLearning Specialist
Le criticità del lavoro di freelance

Come ho modo di spiegarti nel mio corso eLearningPRO – Marketing & Legal per gli eLearning Specialist, le criticità fondamentali, per essere un bravo eLearning Specialist freelance, di cui prendere coscienza sono:

Tali criticità in realtà possono anche essere lette come “vantaggi”: infatti sia l’incertezza che lo stress sono due facce della stessa medaglia.

Un lavoro creativo, mai routinario, è certamente più interessante e stimolante del classico lavoro d’ufficio e offre l’opportunità di crescere, di migliorarsi, di acquisire nuove competneze, oltre che espandere le opportunità economiche connesse allka crescente complessità dei progetti.

Il risvolto negativo dell’incertezza è appunto l’insicurezza conseguente alla variabilità degli introiti e alla variabilità dell’impegno da considerare per i vari progetti, che potrebbe anche incidere significativamente sulla sfera del tempo libero nella propria vita quotidiana. Ogni eLearning Specialist freelance, sulla base del proprio orientamento, dovrà fare delle scelte e individuare il giusto mix fra libertà e lavoro, fra creatività e abitudinarietà. 

 

Per saperne di più: www.formediaconsulting.it

 

Inoltre la motivazione intrinseca e la libertà organizzativa sono di fatto l’una una premessa, l’altra una conseguenza del lavoro del freelance: senza una forte motivazione intrinseca è estramemente difficile reggere la responsabilità della variabilità degli incassi e la pressione della qualità, della soddisfazionme della clientela, che è certamente minore nei rapporti di lavoro subordinato.

Allo stesso modo, la libertà di orario, se non ben gestita, si trasforma – per l’eLearning Specialist freelance – da opportunità a incubo, perchè  senza un’adeguata capacità organizzativa e un determinato set di competenze nella gestione della clientela, potresti ritrovarti a impiegare l’intera tua gionata a lavorare, diventando un perfetto workalchholist. Cosa che non auguro nemmeno al mio peggior nemico!

Qual è il fattore che più temi nel tuo lavoro quotidiano di eLearning Specialist freelance?  Aspetto i tuoi commenti qui sotto.

Spero che questi consigli sul come progettare corsi e-learning davvero efficaci ti siano utili. Come sempre, attendo qui sotto i tuoi commenti. Se ti serve una consulenza o un partner per la progettazione e sviluppo di contenuti e-learning, contattami pure! Oppure, puoi rispondere al breve sondaggio qui sotto.

powered by Typeform

Image credit: Designed by Freepik

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.