eLearning

Dai riscontro alla mia professionalità di esperto e-learning

L’ottava strategia, che afferisce alle dieci strategie elearning vincenti, segue all’esecuzione contrattuale, anche se deve essere adottata sin dall’inizio, perchè rappresenta per l’Instructional Designer un elemento importante nella sua costruzione della carriera professionale e uno strumento valido per la ricerca di futuri clienti nel suo settore. Parliamo di reputazione: come incrementarla, mantenerla nel tempo e acquisire sempre maggiori clienti grazie al buon lavoro svolto nelle precedenti occasioni. Poter dimostrare attraverso il proprio portfolio le proprie abilità è fondamentale (ne abbiamo parlato a proposito della quarta delle strategie elearning vincenti), ma ad esso dovrebbe accompagnarsi una sorta di feedback, un “giudizio”, per dirlo in modo elementare, sulle nostre capacità professionali, prodotto da un vecchio committente che ha apprezzato la nostra professionalità. Non c’è denaro che possa comprare la pubblicità che è in grado di generare una buona reputazione, in special modo per chi lavora sul web! Quindi non sottovalutare l’importanza della reputazione online e il valore del feedback di ogni tuo cliente.

A questo punto introduco l’ottava regola, che afferisce alle dieci strategie elearning vincenti: metti in chiaro sin dall’inizio (anche dentro il contratto, se vuoi) che il tuo lavoro vive anche di referenze e credits, per cui al termine della collaborazione il tuo committente dovrà autorizzarti al solo scopo autopromozionale/marketing a condividere dei contenuti prodotti durante la collaborazione, affinchè possano entrare a far parte del tuo portfolio da far vedere ai futuri clienti. E’ una necessità connaturata al lavoro di freelance in questo settore e il committente capirà senz’altro, anche perché…. concederti tale autorizzazione è gratis! Per te, invece, ha un grande valore.

Per saperne di più: www.formediaconsulting.it
Se il tuo cliente ti fa questioni (perchè qualche volta capita), fai presente che sarà lui a stabilire quale porzione del lavoro svolto potrà essere diffusa a scopo promozionale e metti nero su bianco nel contratto che tu sei obbligato a farne uso solo a scopo autopromozionale. Dovrebbe essere sufficiente. Se non funziona, usa la leva del prezzo: se ti concede la possibilità di utilizzare i materiali (anche solo in parte) a scopo marketing, avrà uno sconto sul valore della prestazione finale. Se ci pensi, per te è un investimento, e se decidi di pagarlo con un po’ del tuo lavoro, va bene. Inoltre valuta la convenienza di lavorare per un’azienda che non vuole darti ex ante alcuna forma di feedback: io non mi fiderei molto di un cliente così… Non dimenticare che il feedback del cliente ha un valore grande sul mercato ed è per te una forma di garanzia che tutela anche il tuo prezzo. Valuta bene, dunque, se decidi di rinunciare a questa possibilità. Ne deve valere davvero la pena.

Image credit: Designed by Freepik

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.